La ristorazione collettiva sociosanitaria e il Dietetico

Ancora oggi la malnutrizione ospedaliera – spesso presente non soltanto all'inizio del ricovero ma anche durante la degenza, soprattutto nei pazienti anziani e/o con patologie croniche – rappresenta un fenomeno misconosciuto e sottovalutato. Un'alimentazione mirata ai fabbisogni dei pazienti permette di non incorrere in carenze nutrizionali e di recuperare più rapidamente una buona condizione di salute riducendo le giornate di ospedalizzazione. In questo scenario, la disponibilità di un Dietetico adeguato e di un efficace servizio di ristorazione ospedaliera consente di integrare qualità nutrizionali e organolettiche del vitto ottimizzando l'intervento nutrizionale a sostegno delle altre terapie di tipo medico e/o chirurgico e ridimensionando, nel contempo, il fenomeno dello spreco alimentare.

Il volume fornisce indicazioni sui principali metodi di diagnosi e trattamento della malnutrizione nella pratica clinica e sui differenti sistemi di gestione della ristorazione sociosanitaria – con una panoramica sugli scarti e gli sprechi alimentari – nonché sul ruolo centrale del Dietetico nel mantenimento di uno stato di nutrizione ottimale che favorisca la guarigione. A corredo, una nutrita raccolta di diete, frutto dell'esperienza e del quotidiano lavoro di medici e dietisti dell'UO Dietologia e Nutrizione dell'Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini di Roma. Uno strumento pratico di supporto per tutti gli operatori sanitari nella gestione delle condizioni sociosanitarie curabili o migliorabili attraverso l'impiego di specifici regimi alimentari.

Nutrizione clinica per la chirurgia bariatrica

Dopo un intervento di chirurgia bariatrica, la riabilitazione nutrizionale assume un ruolo centrale nel permettere il riadattamento funzionale dell’apparato digerente modificato e favorire una perdita di peso priva di rischi di malnutrizione. Partendo da questo presupposto, il Manuale fornisce indicazioni generali sulle differenti tipologie di intervento, con una particolare attenzione anche all’inquadramento preoperatorio. Presenta inoltre un’ampia appendice contenente schemi dietetici e progressioni alimentari specifiche per vari tipi di intervento. Alle indicazioni dietetiche per il percorso preoperatorio, fanno seguito il programma dietoterapico progressivo post-intervento per il bendaggio gastrico e per il pallone intragastrico e il programma da seguire dopo sleeve gastrectomy, bypass gastrico e diversione biliopancreatica. Uno strumento pratico, basato sulle abitudini alimentari che contraddistinguono la dieta mediterranea della popolazione italiana, rivolto a chi si occupa di chirurgia bariatrica e necessita di una guida per la gestione nutrizionale pre e post-chirurgica del paziente.

La prigione del peso

Tante storie di sofferenza ma anche di gioia.
Il contatto giornaliero con l’emarginazione e la vergogna di chi sopporta un corpo ed un peso troppo ingombranti. La voglia di conoscere, capire e aiutare chi non ce la fa.

È questo il filo conduttore del libro che vuole far emergere una cruda realtà da cui spesso si tenta di sfuggire. Il tutto nella speranza che i pazienti gravi obesi vengano trattati e rispettati con la dignità che si riserva agli altri malati.

Solo nei sogni gli uomini sono veramente liberi e i sogni a volte si avverano

MARIA GRAZIA CARBONELLI, nata a Francavilla al Mare in provincia di Chieti, lavora e vive a Roma insieme al marito, due figli ed un cane. Si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pisa e si è specializzata in Scienza dell’Alimentazione presso l’Università di Roma La Sapienza. Dirige l’Unità Operativa di Dietologia e Nutrizione Clinica dell’Azienda Ospedaliera S. Camillo-Forlanini. Dal 1986 si occupa di obesità e nel 2001 ha fondato il Centro per la Diagnosi e terapia della Grave Obesità. È autrice di numerose pubblicazioni scientifiche ed ha partecipato alla stesura di vari testi in ambito nutrizionale.